Home / News / Trends 2017: conferme e novità
19_dicembre_news

Trends 2017: conferme e novità

Data:
19 dicembre 2016
/

Il 2016 è stato un anno ricco di novità dal mondo del web e di nuove funzionalità. Tra quelle che ci aspettavamo e quelle che invece ci hanno sorpreso, ricordiamo la svolta professionale di Facebook con i suoi Professional Services e l’attivazione di Facebook At Work. Altra novità importante lanciata da Mark Zuckerberg è Canvas, la pubblicità full screen che ha innovato il modo di fare advertising sul social. Di pari passo è andato anche Instagram che ha introdotto profili business, strumenti professionali e video negli Ads. L’innovazione negli scorsi è passata anche da Google con pagamenti Hands Free e realtà virtuale.
Ora che il nuovo anno è alle porte, quali altre novità dobbiamo aspettarci? Scopriamo insieme i principali trends 2017.

 

WEB DESIGN

I creativi di The Deep End hanno individuato le principali tendenze per il prossimo anno. Eccole:

  • Age Responsive Design: con l’utilizzo di metadati specifici, si offrirà a ogni utente un’esperienza ottimale e personalizzata in base alle specifiche esigenze della propria fascia d’età.
  • Ai siti web verrà garantita maggiore velocità con l’utilizzo degli Skeleton Screen, i quali permetteranno a una pagina di caricarsi per fasi progressivamente più complesse, a partire dallo scheletro dei contenuti sotto forma di quadrati, cerchi o rettangoli.
  • Le Call To Action diventeranno interattive grazie a bottoni animati: animazioni di pochi secondi inviteranno gli utenti ad acquistare, iscriversi, scoprire di più, ecc.
  • Verranno utilizzate sempre più Cinemagraph Hero Image, immagini caratterizzate da uno sfondo statico e alcuni dettagli animati, più eleganti e sofisticate delle classiche GIF.
  • Dimentichiamoci l’Home Page come la conosciamo: gli esperti hanno annunciato una progressiva trasformazione della pagina principale in una landing page.

 

SOCIAL MEDIA

Tra nuove funzionalità e conferme, ecco i social trends per il 2017:

  • Post “a scadenza” che si autodistruggono dopo 24 ore, utili per le aziende che vogliono avere contenuti sempre freschi di giornata.
  • L’importante non sarà solo farsi notare ma soprattutto farsi ricordare: i contenuti dovranno essere sempre più personalizzati e creativi, d’ispirazione per gli utenti e capaci di trasmettere sentimenti positivi.
  • Le chat bot diventeranno veri e propri strumenti di customer caring. I brand potranno utilizzarli per rispondere in modo immediato alla richieste dei consumatori.
  • Novità in casa Facebook: gli utenti potranno creare video orientati all’engagement con maschere ed effetti speciali, ma anche condividere sempre più facilmente momenti in diretta con Facebook Live.
  • Instagram potrebbe implementare nuove tecniche di riconoscimento facciale e sviluppare il concetto di ricerca visiva.
  • Snapchat sta studiando nuovi sistemi di advertising immersivo per offrire ai brand la possibilità di raggiungere in modo efficace il target della piattaforma, i Millenials.

 

CONTENT MARKETING
Tante le conferme per quanto riguarda il Content Marketing. I brand avranno la possibilità di sperimentare un nuovo modo di mostrare e far provare i propri prodotti ai consumatori grazie alla realtà virtuale, una tecnologia costosa ma altamente innovativa, competitiva ed efficace per la user experience.
Anche per il nuovo anno sarà fondamentale creare storie per incuriosire il pubblico, regalare esperienze e suscitate emozioni con lo Storytelling.
L’e-mail marketing si confermerà come la forma più utilizzata per coinvolgere gli utenti, informarli e tenerli aggiornati.
Infine, nel 2017 potremo dire addio agli ad blocker, estensioni utilizzate dagli utenti per bloccare le pubblicità online eccessivamente invasive. I classici video e immagini push che possono infastidire gli utenti verranno infatti progressivamente sostituiti dal Native Advertising, un nuovo modo di fare pubblicità in rete che permette di inserire il contenuto promozionale nel giusto formato, utilizzando anche contenuti editoriali come articoli di blog e infografiche. Una tipologia di online advertising certamente meno invasiva, in grado di ridurre il rischio di eventuali blocchi da parte degli utenti.