Home / News / Tutti i numeri dell’email marketing (e qualche consiglio utile)
7luglio-blog

Tutti i numeri dell’email marketing (e qualche consiglio utile)

Data:
7 luglio 2017
/
Categoria:

Non semplici messaggi di posta ma potenti strumenti di web marketing in grado di smuovere le vendite sugli e-commerce e di generare visite e contatti a un sito web, influendo in modo significativo sull’aumento del ROI: parliamo di DEM e Newsletter e più in generale dell’email marketing, attività che in Italia sta registrando un’importante crescita oltre che ottimi risultati. A dimostrarlo è non solo la nostra quotidiana esperienza lavorativa ma anche i dati raccolti nell’Osservatorio Statistico 2017 di MailUp. Scopriamo insieme dati e contenuti di tendenza del settore.

L’email marketing in Italia

«Ogni anno analizziamo oltre 12 miliardi di email – spiega Maria Giulia Ganassini, Content & Community Manager di MailUp – per trarne delle evidenze sullo stato dell’email marketing nel nostro Paese». I dati che emergono dall’Osservatorio Statistico 2017 sono estremamente positivi e mostrano come l’attività di email marketing stia generando numeri importanti per le aziende italiane. Ecco una panoramica dell’andamento 2016:

  • La maggior parte degli invii riguarda newsletter informative, che ricoprono il 59% del totale. Il 25% sono DEM promozionali mentre il rimanente 16% è costituito da email transazionali.
  • Nel dettaglio, sono state inviate oltre 8 miliardi di newsletter contro i 7 miliardi dell’anno precedente. Tra i mittenti spiccano nel segmento B2C gli Enti Pubblici (per es. comunicazioni per il cittadino); nel B2B bene Agricoltura/Alimentare e Assicurazioni/Finanza/Banche.
  • Crescita a doppia cifra per le DEM con un ottimo andamento per il settore Commercio all’ingrosso su utenza B2B, GDO su pubblico misto e Consulenza/Professionisti su pubblico B2C.
  • I tassi di apertura registrano trend assolutamente positivi, crescendo sia per il pubblico B2B che per il B2C: le aperture totali, infatti, sono aumentate in generale del 35,7% rispetto all’anno precedente. Quest’ottimo risultato è direttamente proporzionale all’adozione di buone pratiche di profilazione, segmentazione e automazione degli invii.
  • Insieme alle aperture crescono anche i click: il CTR, aiutato dalla crescente attenzione a creare messaggi mobile responsive, è cresciuto in generale del 36,8% rispetto al 2015.
  • Per quanto riguarda le feature, emerge che il 77,6% delle aziende usa campi dinamici nelle mail inviate, mentre ancora in pochi sfruttano le potenzialità della Marketing Automation.
Trend 2017: come sfruttarli per campagne efficaci

Da un sondaggio di Litmus su un campione di 1200 professionisti, sono emersi i principali trend dell’email marketing di quest’anno. Ecco come sfruttarli per massimizzare i risultati delle vostre campagne:

  • Video e GIF: è stato riscontrato un aumento del 300% dei click semplicemente aggiungendo un video o una GIF nelle proprie campagne di email marketing. Questi contenuti altamente interattivi, inoltre, aiutano i brand a differenziarsi sul mercato rispetto ai competitor.
  • Immagini ed emoji: sono i contenuti preferiti dai millenial e sono in grado di attirare l’attenzione in modo efficace. È fondamentale utilizzare solo foto e immagini ad alta risoluzione e in un formato adatto alla visualizzazione da mobile.
  • Personalizzazione: raccogliendo e analizzando dati è possibile capire cosa vogliono i consumatori e offrirgli poi un servizio su misura, vicino ai loro bisogni e interessi.
  • Mobile: che il mobile abbia ufficialmente superato il desktop è ormai un dato di fatto. È fondamentale realizzare e spedire mail che siano efficaci prima di tutto sul mobile (mobile first), adattandone la tipologia e il layout dei contenuti proposti. I dati di Litmus parlano chiaro: il 56% degli utenti preferisce leggere le email sul proprio smartphone e il 42% cancella subito un’email che non si visualizza correttamente sul device.
  • Testi più brevi: i consumatori sono continuamente bombardati da messaggi promozionali, pertanto il contenuto del messaggio deve essere quanto più breve e conciso possibile così da arrivare dritto al punto e catturare l’attenzione dell’utente fin dall’inizio. È stato calcolato che un testo di 50-125 caratteri genera una percentuale di risposta del 51% mentre un oggetto di 3-4 parole determina il 48% di risposte.
  • User-Generated Content: grazie ai social network è possibile disporre di una grande quantità di contenuti generati dagli utenti che possono essere efficacemente utilizzati all’interno delle proprie campagne di email marketing. Qualche esempio? Non solo foto ma anche recensioni, video dei prodotti, ecc.

Vuoi altri consigli per far funzionare Newsletter e DEM? Li trovi qui.

Email marketing: i risultati di Up&Up

Il nostro team web marketing realizza e invia DEM e Newsletter personalizzate e funzionali al business di ogni aziende cliente, offrendo un servizio professionale e orientato al risultato. Ecco alcuni risultati raggiunti attraverso l’attività di email marketing gestita dall’agenzia Google Partner di Brescia in riferimento all’anno 2016:

  • Abbiamo gestito l’invio di DEM e Newsletter per 35 clienti, sia per il settore B2B che B2C.
  • Abbiamo inviato internamente 897.760 email e più di 1.500.000 attraverso fornitori esterni di servizi email.
  • Il tasso di apertura delle mail recapitate è del 31,56% con 15.628 clic totali.

Vuoi provare l’efficacia dell’email marketing e implementare una corretta strategia di comunicazione via email? Scopri di più sul nostro servizio DEM e newsletter e contattaci subito per un preventivo: scrivici qui.