Home / Approfondimenti / Push vs Pull Marketing: Cosa Sono e Come Funzionano Queste Strategie?

Push vs Pull Marketing: Cosa Sono e Come Funzionano Queste Strategie?

Data:
16 Maggio 2019
/
Categoria:

Hai mai sentito parlare di push and pull marketing? Si tratta di due tra le strategie più efficaci e quindi più utilizzati nell’era – quella odierna – del marketing diretto. Se combinate fra loro, strategie di push e pull marketing costituiscono un’efficace leva commerciale. Scopriamo insieme, quindi, di cosa si tratta, che differenza c’è tra una strategia di tipo push e un’altra di tipo pull, quali sono i loro punti di forza e come possono essere sfruttate per avere successo online. Ecco una serie di domande e risposte utili per saperne di più.

 

 

Vuoi fare Marketing in modo efficace?

Prova la Formula del Risultato di Up&Up!

SCRIVICI SUBITO

 

Qual è la Differenza tra Strategia Push e Pull?

Per capire quale sia la differenza tra strategia push e pull è necessario capire, innanzitutto, cosa sono e come definirle.

Una strategia di push marketing prevede la promozione di un prodotto o di un servizio spingendolo verso il cliente finale attraverso degli intermediari, di norma la forza vendita; qui la persuasione riveste un ruolo di fondamentale importanza.

Il pull marketing, invece, consiste nel promuovere un prodotto o servizio direttamente sul cliente finale, il quale viene attratto verso di esso. Scopo di questa strategia è incrementare la domanda; strumenti principali sono la pubblicità e le promozioni.

La differenza tra strategia push e pull, quindi, sta nel fatto che con la prima le aziende si rivolgono a chi ha il compito di distribuire i loro prodotti lasciando a questi ultimi il compito di venderli; con la seconda (pull marketing), invece, le aziende concentrano le loro attività nell’invogliare i consumatori a richiedere i loro prodotti. Inoltre, anche gli strumenti e i mezzi di comunicazione utilizzati nel push marketing sono diversi da quelli sfruttati, invece, dal pull. Nel primo caso, infatti, si fa affidamento a strumenti tradizionali, come può essere un cartellone pubblicitario stradale, il quale è pensato per creare interesse in persone che non hanno dimostrato alcuna necessità; nel secondo caso, invece, vengono impiegati mezzi digitali, come per esempio il motore di ricerca: Google, infatti, mostra messaggi pubblicitari in base alle ricerche fatti dai singoli utenti.

Un punto in comune le strategie push e pull però esiste: entrambe, infatti, concorrono alla promozione e in questo non si escludono a vicenda; anzi, possono essere impiegate entrambe per creare la domanda, una indirettamente, l’altra direttamente.

 

Push vs Pull Marketing: quale utilizzare?

La scelta di attuare una strategia di push marketing piuttosto di una, invece, di pull marketing dipende dalla tipologia di aziendale, dai suoi obiettivi, dai prodotti o servizi da vendere. Il giusto, comunque, è nel mezzo: basta trovare, infatti, il corretto mix tra una strategia push e una pull.

In ogni caso, nell’odierna era del digital, vi è generalmente una maggiore propensione verso la strategia di tipo pull; ciò è dovuto alla possibilità di fare brand awareness sfruttando i vantaggi dell’Advertising Online, dei Social Media, del Blogging e dei Marketplace.  Le persone, poi, non sono più semplici consumatori passivi ma utenti attivi e capaci di stimolare se non di condizionare le aziende nelle fasi di ricerca, sviluppo e produzione di nuovi articoli: l’utente oggi sa cosa vuole, sta alle aziende soddisfarlo nel migliore dei modi mettendo in atto, quindi, una strategia di tipo pull.

 

Qualche esempio di Strategie Push e Pull.

La lead generation è di certo una strategia di tipo pull: la rete offre svariati strumenti per promuovere i propri prodotti o servizi online, senza intermediari; social media, siti web, blog e innumerevoli tool consentono di gestire efficacemente campagne di pull marketing. In base alle loro necessità, gli utenti sono orientati verso un’azienda piuttosto che un’altra: sta all’azienda stessa attirare le persone verso di sé e portare a convertire in una lead. Come? Fornendo il maggior numero di informazioni utili, dando una buona impressione in termini di qualità, serietà e affidabilità, semplicemente dimostrandosi capace di risolvere ogni necessità.

I social media, invece, offrono la possibilità di attuare un perfetto mix di push and pull marketing: offrendo la possibilità di interagire con il pubblico, di ascoltare le persone e le loro esigenze e di intercettare le reali necessità da soddisfare (pull) ma permettono anche di offrire una pubblicità mirata capace di stimolare la curiosità degli utenti su un determinato prodotto o servizio (push).

Leggi Anche

Anche il Marketing ha i suoi Tormentoni: Scopri le Buzzwords 2019.

Ecco 3 tra le principali tendenze in fatto di marketing e comunicazione per quest’anno.

Rete e Luoghi Comuni: 7 Miti da Sfatare sul Digital.

Sul web bisogna essere ovunque? I mi piace contano davvero? Facebook è per giovani? Scopri questi e altri miti da sfatare sul Digital.

4 Pillole Di SEO Marketing Per Migliorare Il Tuo Sito Web.

Above the fold, Link Juice, Crawl Budget: sai di cosa stiamo parlando? Scoprilo in modo facile e veloce!

Chiedi risultati alla tua COMUNICAZIONE!

Scrivici il tuo obiettivo. Ti proporremo come raggiungerlo!