Home / Approfondimenti / Novità Google: Ecco Google Ads, Google Marketing Platform e Google Ad Manager.

Novità Google: Ecco Google Ads, Google Marketing Platform e Google Ad Manager.

Data:
24 luglio 2018
/
Categoria:

È tempo di novità e cambiamenti in casa Google; l’azienda di Mountain View sta infatti riorganizzando interamente la sua offerta pubblicitaria: Google AdWords da oggi diventa Google Ads; sarà introdotta Google Marketing Platform che riunirà DoubleClick e Google Analytics 360 Suite; Google Ad Manager sarà invece disponibile per il programmatic advertising. Il tutto con l’obiettivo di semplificare le soluzioni proposte e offrire a brand e aziende ciò di cui hanno bisogno per fare pubblicità digitale; a spiegarlo è lo stesso Senior Vice President, Ads & Commerce di Google Sridhar Ramaswamy, che sul blog aziendale scrive:

Nel corso degli anni, gli annunci di Google si sono evoluti: se prima aiutavano i professionisti del marketing a entrare in contatto con le persone sul motore di ricerca, adesso consentono loro di interagire con gli utenti in ogni fase del percorso d’acquisto mediante l’uso di annunci di testo, video, display e altro ancora. Per questo motivo, stiamo introducendo brand e soluzioni più semplici per i nostri prodotti pubblicitari: Google Ads, Google Marketing Platform e Google Ad Manager. Questi nuovi brand aiuteranno gli inserzionisti e i publisher di qualsiasi dimensione a scegliere le soluzioni adatte ai loro business, rendendo ancora più semplice fornire annunci affidabili ed efficaci oltre alle giuste esperienze per i clienti su tutti i dispositivi e canali.

Scopriamo insieme le principali novità.

Addio Google AdWords, Benvenuto Google Ads!

La piattaforma di advertising online firmata Google è pronta a evolversi: dopo il lancio della nuova interfaccia avvenuto ad aprile 2017, Google AdWords sarà protagonista di un vero e proprio progetto di rebranding finalizzato a semplificare le operazioni di accesso alle piatteforme Google e di utilizzo dei suoi servizi. A partire da oggi, quindi, Google AdWords cambia nome e logo e diventa Google Ads, introducendo formule più semplici per inserzionisti e publisher e comprendendo al suo interno l’intera gamma di campagne attualmente disponibili.

A raccontare l’evoluzione del servizio di advertising online powered by Google è ancora Ramaswamy, che scrive:

Abbiamo lanciato AdWords circa 18 anni fa con un semplice obiettivo: rendere più facile la connessione online con le aziende. La ricerca di articoli di cancelleria ecologici, forniture per il patchwork o di consigli su come costruire case sugli alberi ci ha dato l’opportunità di pubblicare annunci di valori che erano utili e pertinenti esattamente in quel momento. Quell’idea fu l’inizio del nostro primo prodotto pubblicitario e portò al business degli annunci che abbiamo oggi.

Quello che avverrà a partire di oggi – continua Ramaswamy – «è principalmente un cambio di nome, ma fa capire in quale direzione svilupperemo il prodotto», precisando che il passaggio che l’operazione di rebranding non influirà in alcun modo sul rendimento delle campagne, sulla navigazione o sulla generazione dei rapporti.

 

Cosa Cambia Con Google Ads.

In realtà, oltre al cambio di nome e logo, Google Ads sarà protagonista di altre modifiche, innanzitutto dal punto di vista grafico – senza perdere tuttavia la sua efficacia. Come spiega il Managing Director, Global Display & Progrmmatic Dan Taylor «l’aspetto grafico cambierà leggermente, ma le funzionalità principali rimarranno le stesse» con l’implementazione di nuovi servizi: si consideri, per esempio, Smart Campaign, attualmente in fase di lancio, una modalità che grazie al machine learning permetterà agli inserzionisti di gestire in modo più semplice ed efficace i servizi.

In sostanza, quindi, Google Ads (diventerà l’unica porta d’ingresso all’advertising online per gli inserzionisti: qui, infatti, potranno procedere all’acquisto su tute le piattaforme di Google, compresi Annunci Search, Display, Video di YouTube, annunci in App con Google Play, posizioni in Google Maps, ecc.

 

Ecco Google Marketing Platform.

 Un’altra grande novità è l’unificazione di DoubleClick (servizio di Google che permette di collegare le persone giuste nel momento giusto per far funzionare meglio la pubblicità digitale) e Google Analytics 360 Suite in un unico brand: Google Marketing Platform. Si tratta di una piattaforma integrata che consente di pianificare, acquistare, misurare e ottimizzare i media digitali e l’esperienza degli inserzionisti. Con Google Marketing Platform, quindi, Brand e aziende inserzionisti hanno a disposizione un set completo di prodotti che lavorano sinergicamente per aiutare a pianificare, misurare e ottimizzare i media digitali.

 

Google Ad Manager Per Il Programmatic Advertising.

Google punta alla semplificazione anche per quanto riguarda le piattaforme di programmatic advertising (pubblicità computerizzata, ovvero software specializzati nell’acquisto di banner e altre forme pubblicitarie digitali in base a target e dati, mostrando così agli utenti ciò che vogliono vedere nel mondo in cui ne hanno bisogno). Nasce così Google Ad Manager:

Siamo consapevoli che il modo in cui i publisher monetizzano i propri contenuti è cambiato. – si legge sul blog di Google – Le persone accedono ai contenuti su più schermi e, data la crescente domanda da parte degli inserzionisti per l’accesso programmatico, i publisher devono essere in grado di gestire il proprio business in modo più semplice ed efficiente. È per questo che negli ultimi tre anni abbiamo lavorato per riunire DoubleClick for Publishers e DoubleClick Ad Exchange in una piattaforma programmatica completa e unificata con un nuovo nome: Google Ad Manager.

 

Vuoi rimanere sempre in aggiornamento sulle ultime notizie da Mountain View? Segui Up&Up, l’Agenzia Google Partner certificata di Brescia: metti mi piace alla nostra pagina Facebook per non perderti nemmeno una news!

Chiedi risultati alla tua COMUNICAZIONE!

Scrivici il tuo obiettivo. Ti proporremo come raggiungerlo!