Home / News / Digital Strategy: cosa non può mancare
01

Digital Strategy: cosa non può mancare

Data:
1 luglio 2016
/

Costruire la reputazione di un brand (brand identity) presso il pubblico di riferimento è un’operazione complessa che prevede lo sviluppo di svariati aspetti e l’utilizzo di diversi strumenti. Tra questi, il web è a oggi uno dei più efficaci. Infatti, la rete fa da punto di contatto diretto con clienti e prospect. È quindi fondamentale saper sfruttare al meglio le opportunità che essa offre implementando una corretta digital strategy. Aspetto chiave di ogni strategia di comunicazione digitale è il contenuto, che va declinato con un taglio differente a seconda del canale a cui è destinato.

Quali sono, quindi, gli strumenti di web marketing da utilizzare al meglio per una digital strategy di successo? Ecco 4 consigli:

02Sito web a misura di utente – Nell’era del web 3.0 e dei dispositivi mobile, un sito – per essere efficace in un’ottica di brand identity – deve essere:

  • Curato nei minimi dettagli, dalla grafica ai testi;
  • Orientato al visitatore e facile da navigare
  • Dal design responsive, ottimizzato per smartphone e tablet.

 

03

Un blog di qualità – Il blog è uno strumento fondamentale di web marketing.

Aggiornato secondo un preciso piano editoriale e arricchito di contenuti originali e interessanti per il lettore, il blog può:

  • Aumentare il traffico al sito web;
  • Migliorare la visibilità del brand;
  • Incrementare le possibilità di vendita.

04

 

L’efficacia di DEM e Newsletter – L’e-mail marketing è il canale che, oggi, offre il miglior ritorno in termini di investimento e il trend è in costante crescita: secondo alcuni studi e ricerche, nel 2020 la maggior parte delle persone (si stima il 70%) si affiderà al mezzo e-mail per ricevere novità, offerte e promozioni. Fondamentale è quindi impostare DEM accattivanti per la promozione dei prodotti e dei servizi offerti. Per informare i propri Clienti delle ultime novità, invece, si può gestire l’invio di newsletter periodiche.

 

05

 

Social Media per coinvolgere – Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest, LinkedIn: i canali sono molteplici ed essere semplicemente presenti non basta. Occorre, piuttosto, mettere in atto una precisa strategia di content marketing in linea con le caratteristiche del social di riferimento. In ogni caso, poi, è indispensabile lavorare sull’engagement del pubblico, spingendolo alla conversazione e stimolandolo alla condivisione dei contenuti.