Home / News / E-mail promozionali: 5 consigli per inviarle con successo
6settembre-blog

E-mail promozionali: 5 consigli per inviarle con successo

Data:
6 settembre 2017
/

Il modo più efficace per veicolare una promozione? Via e-mail, sfruttando funzionalità e potenzialità del Direct E-mail Marketing. Non bastano, però, un’immagine del prodotto e il relativo sconto per ottenere un effettivo ritorno in termini di vendite online. Occorre, anche in questo caso, una strategia onnicomprensiva, che includa oltre al messaggio promozionale anche altre attività in grado di favorire la creazione di una relazione con l’utente. Ciò significa che le e-mail promozionali, quei messaggi che hanno come obiettivo il completamento di un acquisto o conversione, non possono essere inviate da sole ma vanno abbinate a altre comunicazioni, programmate e inviate periodicamente agli utenti del database.

In una strategia di E-mail Marketing efficace è sconsigliato – se non addirittura vietato – inviare ai propri contatti solo messaggi di sconti, offerte e promozioni.

Un efficace messaggio promozionale si riconosce subito: è quello che sa portare l’utente alla conversione immediata. L’utente viene accompagnato attraverso un processo persuasivo rapido se non immediato, che termina con una call-to-action in grado di invogliarlo a compiere l’azione desiderata (un acquisto, un download, la registrazione a un evento, ecc.). Tutto ciò è possibile grazie alla relazione che si crea con il destinatario raccontando in modo positivo e aperto il brand, il prodotto, i suoi valori, le sue caratteristiche, fornendo informazioni di varia natura e non parlando solo del prezzo.
Un altro fattore per garantire efficacia alle proprie e-mail promozionali è la frequenza: messaggi inviati troppo spesso e con cadenza eccessivamente ravvicinata possono erodere il margine di attenzione e di considerazione offerto dall’utente, trasformandole da servizio utile e interessante a vera e propria seccatura.

«Quando si tratta di e-mail promozionali […] less is more, per evitare problemi di reputazione e deliverability» sostiene Maria Giulia Ganassini, Content e Community Manager di MailUp.

Ecco, quindi, 5 consigli per realizzare e inviare e-mail promozionali davvero efficaci, e ottimizzare così gli investimenti.

#1 Fai leva sui bisogni delle persone

Nel convincere le persone ad acquistare un determinato prodotto o servizio, la leva economica a suon di risparmio può risultare poco efficace. Essa, infatti, agisce solo sul livello di sicurezza – rassicurando il cliente di poter salvaguardare il proprio benessere economico spendendo meno. Piuttosto, in base alla tipologia di prodotto/servizio, è possibile fare leva su determinati bisogni, comunicando in modo più efficace e coinvolgendo maggiormente l’utente, che si sentirà più portato ad acquistare. Qualche esempio? Se vendi prodotti maternity e per bambini lavora sul bisogno di intimità e appartenenza; se vuoi promuovere articoli di lusso punta sul bisogno di stima e successo; se operi nel settore vacanze o eventi punta focalizzati sul bisogno di autorealizzazione e libertà.

#2 Proponi offerte personalizzate

Ogni cliente è diverso e unico: non esiste, quindi, un’unica comunicazione che sia efficace per tutti. Se è impensabile strutturare ogni volta singole offerte, è invece possibile – e molto utile – profilare il database raccogliendo specifiche informazioni anagrafiche, comportamentali e d’acquisto. Facendo tesoro dei dati raccolti, si può quindi procedere con la segmentazione degli invii, recapitando a ogni utente solo comunicazioni di suo effettivo interesse.

#3 Sperimenta con formati e contenuti

Il design di un’e-mail promozionale è un elemento fondamentale per catturare l’attenzione e garantire il successo del messaggio. È importante evitare l’effetto déjà-vu causato da un template sempre uguale. È consigliato, quindi, variare il formato delle comunicazioni via e-mail. Le opzioni sono due:

  1. Un template prettamente grafico, dato da belle immagini in evidenza e un copy breve ed efficace. Questo formato è particolarmente efficace per il pubblico B2C.
  2. Un formato esclusivamente testuale, con immagini limitate e un layout simile alle comuni e-mail “personali” piuttosto che alle classiche DEM. Tale template è preferito in ambito B2B.

In alternativa, è possibile provare anche con un video o una GIF, dando maggiore movimento ed enfasi ai contenuti.

#4 Attira l’attenzione con un oggetto accattivante

Un oggetto studiato per colpire i destinatari è essenziale per garantire il successo di una campagna promozionale e aumentare la propensione al clic. Anche in questo caso, è possibile sperimentare in vari modi, per esempio:

  • Personalizzando la comunicazione inserendo il nome proprio e altri valori custom.
  • Comunicando in modo inequivocabile un eventuale sconto.
  • Inserendo simboli ed Emoji che catturano l’attenzione a colpo d’occhio.
  • Stimolando la curiosità con indovinelli, indizi, frasi da completare. «I classici click-bait, se preparati con cura, possono funzionare molto bene» sostiene Ganassini.
#5 Invita gli utenti all’azione

La CTA (Call-To-Action) è un elemento fondamentale nel determinare il tasso di clic e di conversioni dei messaggi promozionali. Essa dev’essere chiara ed efficace, portando così l’utente a compiere l’azione desiderata, senza confonderlo.

Ma quando utilizzare un’e-mail promozionale? In quali casi conviene inviarle

Ecco 8 occasioni in cui può essere utile impostare e attivare una campagna DEM di carattere promozionale:

  1. Saldi: invernali o estivi che siano, un’e-mail promozionale rimane un must di ogni stagione.
  2. Promozione esclusiva: un messaggio che trasmette esclusività e fa sentire i destinatari parte di un ristretto gruppo di privilegiati ha sempre un forte appeal.
  3. Offerta a tempo: si chiama FOMO (Fear Of Missing Out) ed è la paura di perdersi qualcosa, magari un’offerta irresistibile o una promozione speciale. Instillare un senso di urgenza, magari con un conto alla rovescia animato, è un buon modo per favorire la conversione.
  4. Omaggi: che si tratti di un prodotto o semplicemente della consegna gratuita, nessuno resiste a un regalo! Programma strategicamente e proponi ai tuoi clienti omaggi dedicati.
  5. Novità: hai un nuovo prodotto/servizio? Presentalo via e-mail, enfatizzandone le caratteristiche e invitando gli utenti a scoprirlo mediante CTA efficace.
  6. Contest: invita i destinatari a partecipare a un concorso, magari legato all’acquisto di un prodotto. In questo modo potrei aumentare non solo l’engagement ma anche il traffico e le conversioni sul sito web.