Home / News / 10 regole per avere successo su YouTube
10marzo-news

10 regole per avere successo su YouTube

Data:
10 marzo 2017
/

Oltre un miliardo di utenti attivi (quasi un terzo di tutti gli utenti su Internet); centinaia di migliaia di video guardati ogni giorno dalle persone; un target prettamente mobile (più della metà delle visualizzazioni proviene da dispositivi mobili) che include gli adulti dai 18 a 49 anni; un sito web disponibile in più di 88 paesi e navigabile in 76 lingue diverse, che va a coprire così il 95% della popolazione di Internet: parliamo di YouTube, piattaforma web di video sharing nata nel 2005. Un sito dinamico, in costante crescita, che premia la creatività e la spontaneità e offre a brand e aziende con prodotti consumer significative opportunità di business: basti pensare che «il numero di canali che ottiene un fatturato a sei cifre all’anno su YouTube aumenta del 50% su base annua».
Ma come fa un brand ad avere successo su YouTube? Non basta un video ben fatta, realizzato in modo professionale e curata in ogni fase, dalle riprese alla post produzione, per assicurare un buon risultato. Come abbiamo già detto, YouTube è “popolato” da miliardi di utenti che producono contenuti originali sui temi più disparati e li condividono sulla piattaforma. Il video di un brand, quindi, spesso rischia di perdersi nella miriade di storie e contenuti pubblicati. E se l’ambizione di raggiungere milioni di persone, da sola, non basta, ciò che serve – come succede su canali più tradizionali – è una strategia.

 

In questo articolo ti spieghiamo:

  • Come comunicare correttamente su YouTube.
  • Come stimolare le visualizzazione organiche.
  • Come rendere memorabile il tuo messaggio e come far sì che raggiunga le persone giuste.

Vuoi integrare nella strategia di comunicazione del tuo brand e della tua azienda una Campagna Video? Up&Up è l’agenzia di comunicazione a Brescia certificata Google per la Pubblicità Video. Sappiamo individuare i contenuti adatti alla tua azienda e strutturare una campagna efficace e performante, offrendoti la visibilità che cerchi. Contattaci subito!

10 regole per una corretta comunicazione su YouTube

#1 Prima di tutto, il contenuto. Semplice.
«Sono le idee semplici e ben eseguite che spesso hanno il maggior successo»: lo ha detto Marianna Ghirlanda, Head of Creative Agencies di Google Italia in un’intervista a Ninja Marketing. Non cercare idee eccessivamente complesse, punta tutto su spontaneità, semplicità e creatività: solo così puoi creare un contenuto indimenticabile. Perché ricorda: è il contenuto il vero protagonista.

#2 Su YouTube vince chi si fa condividere.
Trattandosi di una piattaforma di condivisione di video, è chiaro che su YouTube i contenuti che hanno successo sono quelli che le persone scelgono di condividere spontaneamente (condivisioni organiche). Più le persone condivideranno i tuoi video, più parleranno del tuo brand. I fattori che determinano la condivisione (e la popolarità) di un video sono 3:

  • Effetto sorpresa: sorprendi gli utenti, stupiscili con un wow.
  • Effetto risata: punta sulla risata, sul divertire e intrattenere gli utenti.
  • Effetto commozione: ispira e commuovi il pubblico, dimostragli di essere vicino al suo mondo e di comprendere le sue necessità.

Giocando su questi tre aspetti, andando oltre il semplice messaggio di branding, potrai mettere l’oggetto della tua comunicazione sotto una luce diversa, mostrando qualcosa che gli utenti non si aspettavano ma che si ricorderanno anche dopo la fine del video.

#3 L’interesse è questione di 5 secondi.
Per quanto riguarda gli annunci sui video, YouTube offre agli utenti la possibilità di saltarlo dopo 5 secondi. Se, però, l’annuncio riesce ad avere tutta l’attenzione di chi lo guarda fin da subito, gli utenti saranno più portati a vedere come finisce la storia. Quello che può apparire un punto a sfavore per i brand e le aziende che usano YouTube a scopo promozionale, diventa invece un vero punto di forza, una prova di creatività e un’opportunità di stimolare l’interesse nel pubblico.

#4 A ogni storia il suo tempo.
Non è detto che i 5 secondi di cui sopra siano il tempo giusto per ogni brand. Non esiste una metrica standard in termini di durata per un video YouTube. Ci sono aziende che hanno storie da raccontare le quali richiedono tempi più lunghi, e proprio per questo YouTube non pone limiti di tempo. «Ogni storia è unica ed è il canvas creativo a guidare sulla durata. – sostiene Marianna Ghirlanda di Google – Una campagna lunga e articolata permette di misurare dove avvengono i picchi di attenzione e di abbandono del video, in modo da avere informazioni precise sul tipo di fruizione». Dimenticate quindi il classico formato pubblicitario 30-60 secondi e scegliete il tipo campagna che fa al caso della vostra storia: potete optare per video brevissimi mobile-first oppure realizzare contenuti più vicini all’idea di un cortometraggio o di un film.

#5 Invita all’azione.
Se vuoi coinvolgere gli utenti e vuoi che compiano un’azione – dal click al sito all’acquisto online fino ad attività più complesse – dillo chiaramente. Ricorda: la comunicazione deve essere sempre chiara e la richiesta per essere efficace ha bisogno di una call to action esplicita.

#6 Sii interattivo.
Un fattore che determinano il successo di un contenuto su YouTube è la sua interattività: usa formati innovativi (overlay e schede sponsorizzate, per esempio) e non dimenticare di giocare ironicamente con il contenuto e la narrazione.

#7 Il segreto è nella strategia.
Un contenuto – anche se virale – da solo non basta. Come in ogni campagna pubblicitaria è necessario prevedere e attuare una strategia video ampia e articolata. Quindi: video virale sì, ma solo se alle sue spalle c’è una pianificazione strategica e programmata nel tempo.

#8 Fatti trovare.
Se un video caricato su YouTube non è trovabile, allora sarà impossibile vederlo. Il motore di ricerca della piattaforma è testuale: quando cerchiamo usiamo le parole e poi scegliamo in base all’immagine che ci sembra più appropriata.
Ciò che garantisce la reperibilità di un video su YouTube, quindi, è la presenza di titoli, descrizioni e tag da inserire in fase di caricamento del contenuto. Importante è curare e personalizzare anche l’immagine di anteprima (thumbnail); essa, infatti, è la prima cosa che gli utenti vedono del video, ancor prima di premere Play.

#9 Pensa Mobile.
Tieni sempre a mente che la maggioranza degli utenti è mobile e gran parte delle visualizzazioni avviene da smartphone e tablet. Non usare testi o dettagli troppo piccoli, saranno illeggibili, usa annunci responsive e ricorda che le persone quando utilizzano un dispositivo mobile indossano spesso gli auricolari, quindi non trascurare la colonna sonora del tuo video (su YouTube l’audio è sempre on).

#10 Il successo è questione di dedizione e spontaneità.
La costruzione di una digital share richiede tempo da dedicare alla relazione con gli iscritti al canale, costanza nella creazione di contenuti e analisi costante dell’andamento delle campagne (gli analytics di YouTube posso aiutarti a capire cosa piace o meno agli utenti e quali sono le loro preferenze). Non dimenticare di essere spontaneo ma con impegno: in un certo senso, questa è la strada da seguire per avere successo su YouTube.