Home / Web Marketing / Diritto all’oblio
WEB MARKETING
Web marketing
Nel vocabolario UP niente è impossibile e tutto è risultato.

Diritto all’oblio

Il motore di ricerca Google è un contenitore di notizie che, talvolta, possono risultare dannose la reputazione di un’azienda, di un brand o di una persona in particolare.

In base alla sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea C-131/12, 13 maggio 2014, tuttavia, è possibile chiedere a Google di rimuovere dal motore di ricerca i risultati che ledono la privacy o risultano diffamatori, avvalendosi del diritto all’oblio. A seguito di tale richiesta, Google valuta la rimozione dei link obsoleti tramite una procedura online.

Up&Up, l’agenzia Google Partner di Brescia, si propone di curare l’inoltro della richiesta di rimozione a Google indicando l’elenco dettagliato di tutte le URL segnalate, le motivazioni per cui si desidera rimuovere tali informazioni e le ragioni per cui si ritiene che l’inserimento nei risultati di ricerca sia dannoso e non veritiero. Questo è solo il primo step della gestione della crisi di reputazione online: Up&Up lavora parallelamente per far emergere i risultati positivi riguardanti un’azienda o un brand, mettendo in atto una serie di azioni mirate ed efficaci volte a migliorarne la visibilità e l’immagine complessiva. Il team web marketing di Up&Up offre un efficace servizio di brand reputation che comprende un’analisi dettagliata di tutti i risultati delle ricerche che riguardano l’azienda o il brand cliente e la definizione di una strategia volta a proteggere e migliorarne la reputazione sul web.

scopri-la-formula